Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Il Bollettino Noaa

Anche per settembre temperature in su

Nel settembre 2010, per la prima volta nella storia moderna, si è completamente aperto il passaggio a nord-ovest e si sono aperte le rotte artiche

Continua il riscaldamento record del 2010.

Il mese di settembre 2010 è all'ottavo posto dei mesi di settembre più caldi dal 1880, ma il periodo gennaio-settembre è a livelli record di riscaldamento globale.

A seguire gli elementi principali dell'usuale bollettino Noaa, l'Amministrazione americana che monitora l'atmosfera e gli oceani.

Temperature
Il mese di settembre 2010 è stato, a livello globale, l'ottavo mese di settembre più caldo dal 1880. Il record di riscaldamento è del settembre 2005.
Il mese di settembre 2010 è stato anche il 30mo mese consecutivo con una temperatura media globale superiore alla temperatura media globale secolare del XX secolo.

Disaggregando i dati si nota che:

A livello emisferico, il mese di settembre 2010 è stato più caldo nell'emisfero nord (dove è stato il sesto più caldo dal 1880), che nell'emisfero sud (dove è stato l'undicesimo più caldo dal 1880). Il riscaldamento dei continenti è stato leggermente superiore a quello degli oceani solo nell'emisfero nord.

A livello continentale e sub continentale, le temperature medie del mese di settembre 2010 sono state superiori di 3°C rispetto alla media del periodo 1961-90, nelle aree artiche, ed in particolare in Alaska, Canada settentrionale e parte della Groenlandia, in gran parte degli Usa occidentali ed orientali, nei Paesi del Medio Oriente ed in Egitto ed infine in Giappone. Le temperature medie sono state, viceversa, inferiori di 2°C rispetto alla media in alcune zone del Canada centro meridionale, nell'Europa centrale, in gran parte della Siberia centrale e nell'Australia sud-occidentale, colpita da eccezionali ondate di freddo.

Gennaio-Settembre 2010
La temperatura media globale dei primi 9 mesi del 2010 (Gennaio-Settembre) con 14,75°C è la più alta mai registrata finora negli stessi periodi Gennaio-Settembre degli ultimi 131 anni (a partire dal 1880). Il precedente record per i primi 9 mesi dell'anno era stato raggiunto nel 2005.

Anche la temperatura media dell'emisfero nord, con 0,75°C di anomalia rispetto alla media secolare del XX secolo, ha raggiunto il riscaldamento record a partire dal 1880 (il precedente record era del 2007).

Precipitazioni
Il mese di settembre 2010 è stato particolarmente piovoso con piogge intense ed alluvionali per lo più per effetto della circolazione monsonica: nel Messico (monsone e tempeste tropicali), in parte dei Caraibi (tempeste tropicali), nei paesi dell'Africa centrale occidentale compresi fra il Senegal e il Camerun fino al Chad (monsone dell'Africa centro occidentale), nel Pakistan, India e sud-est asiatico (monsone indiano) e nell'Australia orientale.

Viceversa è stato particolarmente siccitoso nel Brasile e nella regione Amazzonica, in Scandinavia e negli stati delle piccole isole del Pacifico intertropicale.

Altri dati
L'Artico ha raggiunto nel settembre 2010 il terzo minimo record di estensione dal 1979 (4,6 milioni di km quadrati, rispetto al valor medio di 4,9 milioni di km quadrati), cioè da quando sono cominciate osservazioni sistematiche. Nel settembre 2010, per la prima volta nella storia moderna, si è completamente aperto il passaggio a nord-ovest e si sono aperte le rotte artiche. (V. F.)

Tags: