Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Premiazione della terza edizione di «Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia»

Il patrimonio geologico della Puglia in foto, ecco i vincitori

Conte Francesca (Iiss Galileo Ferraris, Taranto)
Tempo trascorso, è il titolo della foto Prima classificata
Conte Francesca (Iiss Galileo Ferraris, Taranto)

Una terza edizione che ha visto la partecipazione delle scuole di tutte le province pugliesi con studenti che hanno saputo interpretare il principale obiettivo dell’iniziativa finalizzato proprio alla conoscenza delle peculiarità geologiche e paesaggistiche del proprio territorio, quello più prossimo dove vivono il quotidiano, per una sua consapevole valorizzazione

Si è svolta presso l’Iiss Gorjux – Tridente – Vivante di Bari – sede Gorjux, la premiazione della terza edizione del concorso fotografico «Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia», concorso organizzato dalla Società italiana di geologia ambientale (Sigea), Sezione Puglia, con il patrocinio del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca (Miur), Ufficio scolastico regionale per la Puglia, Direzione Generale Bari, dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e in collaborazione con la Casa Editrice Zanichelli e rivolto agli studenti delle scuole secondarie superiori della Puglia.

Una terza edizione che seppur con un minor numero di foto in gara rispetto all’anno precedente ha visto la partecipazione delle scuole di tutte le province pugliesi con studenti che hanno saputo interpretare il principale obiettivo dell’iniziativa finalizzato proprio alla conoscenza delle peculiarità geologiche e paesaggistiche del proprio territorio, quello più prossimo dove vivono il quotidiano, per una consapevole valorizzazione dello stesso.
Tra tutte le foto pervenute sono state selezionate dalla giuria 15 foto vincitrici premiate con Attestato di partecipazione e libri offerti dalla Zanichelli e inoltre alle tre foto, individuate dalla giuria come le più rappresentative del concorso, è stato consegnato un dizionario offerto dalla Zanichelli e un buono acquisto di euro 100 offerto dalla Sigea.
La Sigea, che quest’anno festeggia i suoi primi 25 anni di attività, è un’associazione culturale, senza fini di lucro, per la promozione del ruolo delle Scienze della Terra nella protezione della salute e nella sicurezza dell’uomo, nella salvaguardia della qualità dell’ambiente naturale ed antropizzato e nell’utilizzazione più responsabile del territorio e delle sue risorse.
Riconosciuta dal ministero dell’Ambiente come «associazione di protezione ambientale a carattere nazionale» ha lo scopo di favorire il progresso, la valorizzazione e la diffusione della Geologia Ambientale e di stimolare il coordinamento e la collaborazione interdisciplinare nelle attività conoscitive ed applicative rivolte alla tutela ambientale facendo dell’educazione, divulgazione, sensibilizzazione in tema il suo cavallo di battaglia.
Un’iniziativa voluta per dare valore al nostro paesaggio tramite gli occhi dei ragazzi che lo osservano e condividono emozioni ricevute attraverso la vista di quei «paesaggi geologici», tesori spesso nascosti e inaspettati che invece vengono immortalati in riprese a volte estemporanee volute per il desiderio di non perdere quella forma, quel gioco di luce ed ombre che solo la natura riesce a concedere.
Di seguito le 15 foto, tutte disponibili su sito Sigea http://www.sigeaweb.it/attivita/eventi/699-concorso-fotografico-2017-studenti.html, premiate per la terza edizione «“Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia» dove le prime tre sono quelle destinatarie di premio...
- Conte Francesca (IISS Galileo Ferraris, Taranto – TA) – Tempo trascorso
- Casalino Raffaella (Iiss Galileo Galilei, Monopoli – BA) – Vita nascosta
- Losito Stefania (Iiss Leonardo da Vinci, Cassano delle Murge – BA) – Goccia creatrice
- Caragnano Stefania (Liceo Scientifico Enrico Fermi, Bari) – Scorcio su un ecosistema «dolce»
- Cofano Rossella (Iiss Gaetano Salvemini, Fasano – BR) – Profilo secolare
- De Giorgio Graziano (Iiss Mondelli, Massafra – TA) – Leucaspide
- Di Masi Sara (Iiss Galileo Galilei, Monopoli – BA) – Riflesso di luce nella grotta
- Ernandes Roberto (Iiss Gaetano Salvemini, Fasano – BR) – Radici
- Lacoppola Christian (Ites Pitagora, Taranto) – Smeraldo di Otranto
- Laterza Angelica (Iiss Pertini-Anelli, Turi – BA) – Lo sbucar di una grotta marina
- Maellaro Stefano (Iiss Gaetano Salvemini, Fasano – BR) – Sostegno umano
- Simone Nicola (Iiss Domenico De Ruggieri, Massafra – TA) – Il castello mediovale
- Strisciuglio Rita (Liceo Scientifico Enrico Fermi, Bari) – Punta delle pietre nere
- Tondo Giulio (Liceo Classico e Musicale G. Palmieri, Lecce) – Sopra la grotta
- Zappatore Lorenzo (Polo Professionale Luigi Scarambone, Lecce) – I faraglioni

Elsa Sciancalepore

Tags: