Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

È vero che i gatti trasmettono l’Aids?

Assolutamente no! È impossibile.
Sebbene anche i gatti possano essere vittime di un virus causa di immunodeficienza acquisita, non possono trasmettere la malattia all'uomo, poiché si tratta di un virus diverso.
L'Aids felino o Fiv (Feline Immunodeficiency Virus) è una malattia infettiva specie-specifica, che può colpire solo i gatti, anche se nel sangue dei felini selvatici come leoni, tigri, giaguari, linci e leopardi ne sono stati ritrovati gli anticorpi.
I gatti si infettano venendo a contatto con i liquidi biologici di un soggetto infetto, in particolar modo con il sangue. Lotte, morsi e graffi sono le cause più comuni

di contagio e, in effetti, le epidemie dilagano fra gli individui che abitano le zone con le più alte densità feline, quali gattili e colonie. Si tratta di una malattia altamente contagiosa ed incurabile, proprio come nel caso della sindrome umana. La mortalità è elevatissima: il virus causa un grave abbassamento delle difese immunitarie dell'animale ospite, il quale diviene sempre più incapace di reagire a qualsiasi infezione o infestione.
Purtroppo non esistono ancora vaccini in grado di proteggere i nostri beniamini dall'infezione.
Per l'uomo, però, non c'è alcun pericolo: non esistono prove di alcun genere che ne dimostrino la trasmissibilità.

Maurizia Pallante