Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Ultima scalata

Ultima scalata (Tema: "Conquiste")

Anno XX - N. 80 – Dicembre 2017 – ISSN 2039-7208

← La fatica di scalare

Servono motivazioni e tecnica

Scalare, quasi una poesia del corpo

Imparare ad arrampicare vuol dire sentire il proprio corpo che deve essere in armonia con la roccia più che lottare contro di essa. Utilizzare il corpo in modo ottimale cercando di adattarlo alle vie che si affrontano, vie che sono sempre una diversa dall'altra

cardamone1Vivere la montagna in tutti i suoi aspetti, dopo la conoscenza di essa tramite l'escursionismo, mi ha spinto ad avvicinarmi su pareti sempre più verticali dove la sola progressione tramite l'utilizzo di scarponi e bastoncini non era più sufficiente.

Come è successo per me, generalmente l'idea che quasi sempre fa avvicinare all'attività di arrampicare è quella di superare i propri limiti cercando di aprire vie nuove su parete, nel caso dell'alpinismo, o di «liberare» una via di arrampicata nel caso delle falesie cioè arrampicare per primo su una (...)

Antonio Cardamone, Guida ambientale escursionistica associato Aigae, volontario del Soccorso alpino e speleologico

Anteprima dell'articolo

Solo gli utenti registrati possono visualizzare questo articolo.

Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati!

Tags: