Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Ultima scalata

Ultima scalata (Tema: "Conquiste")

Anno XX - N. 80 – Dicembre 2017 – ISSN 2039-7208

← Per saperne di più

Un cammino iniziato nel 1200

Ci salverà l'economia circolare

L'economia circolare, i cui compiti sono grandissimi e destinati ad avere crescente spazio in futuro, permette di diminuire sprechi (di materia e di denaro) e di evitare danni ambientali, ma sotto due vincoli; il primo è che qualsiasi passo avanti verso la chiusura di qualche ciclo produttivo non porta a «zero rifiuti» perché anche i processi virtuosi generano scorie, pur differenti dai rifiuti trattati; il secondo vincolo è che qualsiasi azione di economia circolare è resa possibile dall'impiego di energia che a sua volta si ottiene generando scorie e rifiuti

I rifiuti, le sostanze buttate via, «rifiutate», sono figli delle attività umane; nei cicli naturali non esistono rifiuti.
I vegetali (organismi produttori) crescono assorbendo anidride carbonica e acqua dall'aria e acqua e sali inorganici dal terreno e trasformano il tutto in materia organica con l'energia solare per fotosintesi.
I vegetali sono il nutrimento di animali (organismi consumatori), sia erbivori che in genere sono prede, sia di altri animali predatori
Le spoglie dei vegetali e le spoglie degli animali, sia prede sia predatori, finiscono nell'aria o nel suolo e da qui in parte arrivano nelle acque.
Il suolo e le acque (...)

Giorgio Nebbia, Professore emerito di Merceologia, Università di Bari

Anteprima dell'articolo

Solo gli utenti registrati possono visualizzare questo articolo.

Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati!

Tags: