Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

Camminare il Tempo

Camminare il Tempo (Tema: "Conquiste")

Anno XX - N. 78 – Giugno 2017 – ISSN 2039-7208

← Ricerca e lacune

Verso il recupero delle contraddizioni degli studi

Archeologia e antropologia, un cammino lento e lacunoso

Archeologia Funeraria e antropologia: aspetti e problemi del dibattito scientifico. Attualmente, la paleopatologia, assurta allo status di disciplina, viene insegnata negli atenei anglofoni non solo nelle facoltà di medicina, ma anche in corsi di laurea umanistici, cosa che non avviene in Italia, dove la formazione paleopatologica è prerogativa medica. Il caso di Cuma tardoantica

Nel quadro storico-culturale del rapporto tra archeologia e antropologia è bene sottolineare che le due discipline avevano, ed hanno, relazioni estremamente complesse e variabili in base al contesto in cui operano. Basta evidenziare che, in Italia, la formazione archeologica, non prevede alcuna preparazione antropologica ed etnologica. Allo stesso tempo, il ruolo di queste materie, nel pensiero archeologico, non è facilmente precisabile.
Le prime definizioni di tali discipline risalgono al XIX secolo, con la nascita di due filoni di pensiero completamente divergenti tra loro. Da un lato, studiosi legati all?analisi storicistica dei contesti, quali le civiltà orientali e l?antichità classica, sull?altro (...)

Valeria Vessichelli, Archeologa dei paesaggi, Specializza-ta in Archeologia funeraria e in Archeologia classica

Anteprima dell'articolo

Solo gli utenti registrati possono visualizzare questo articolo.

Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Registrati!

Tags: