Villaggio Globale

Villaggio Globale, mediante un sistema di articoli connessi fra loro e scritti da scienziati, docenti universitari o da divulgatori specializzati, affronta su argomenti monotematici i problemi che preoccupano l’attuale società e stanno mettendo in pericolo la vivibilità delle generazioni future.

  • La salvezza del pianeta non è ideologica

    2 - Il pensiero ecologico

    La salvezza del pianeta non è ideologica

    Proviamo a confrontare le tesi da un punto di vista puramente scientifico. La posizione classica del Global Warming si presenta e viene rappresentata, secondo Ipcc, con un indice unico fondamentale: la temperatura della Terra. Non si fa riferimento al Global Dimming (Raffreddamento Globale). Nonostante il Rapporto Ipcc sia il risultato degli studi della grande Comunità scientifica sussistono diverse interpretazioni delle causa e degli effetti del Cambiamento Climatico. In particolare la scuola ambientale e meteorologica russa che fa capo allo scienziato Abdus Amatov ma anche a Stanislav Perov, ritengono che gli effetti del Sole e del sistema solare siano le cause primarie del Riscaldamento Globale anzi credono piuttosto al prossimo Raffreddamento Globale

  • Un batterio ci salverà dall'inquinamento

    La ricerca sulla Ralstonia De Tusculanense

    Un batterio ci salverà dall'inquinamento

    È capace di crescere in concentrazioni millimolari di metalli pesanti tossici. In particolare la Ralstonia De Tusculanense è resistente alla presenza di Zn, Cd, Co, Pb, Cu, Hg, Ni e Cr e Uranio. Batteri del genere Ralstonia possono essere utilizzati come biosensori per applicazioni tecnologiche di interesse per la difesa e la «security/safety». L'obiettivo primario è la generazione di batteri capaci di rivelare la presenza di metalli pesanti in varie matrici ambientali, quali strati di aria, strati di suolo e bacini acquiferi inquinati. Tale rilevazione può essere molto utile alla valutazione del rischio di trasferimento dei metalli pesanti alla catena alimentare oltre a consentire in alcuni casi il vero e proprio sequestro o l'inattivazione degli elementi inquinanti

  • Ancora morti, ora è il turno di nove camosci

    Una nota del Parco d'Abruzzo

    Ancora morti, ora è il turno di nove camosci

    Dopo anni di sterili polemiche con alcune associazioni sta emergendo un quadro che dà fiato ai dubbi. Infatti un esame autoptico ha accertato come causa di morte di un'orsa, poco tempo fa, sia stata la tubercolosi bovina e non sarà difficile verificare un nuovo caso di carbonchio per i camosci come fu già anni fa. Urge intervenire contro il pascolo brado che non è compatibile

  • No agli Ogm - Il Tar rigetta il ricorso

    Nota delle Associazioni

    No agli Ogm - Il Tar rigetta il ricorso

    Resta in piedi divieto per il mais MON810. «Quando sussistono incertezze riguardo all'esistenza o alla portata di rischi per la salute delle persone si legge nella sentenza possono essere adottate misure protettive senza dover attendere che siano esaurientemente dimostrate la realtà e la gravità di tali rischi»

  • Ambiente: Guida pratica per le Aziende

    Iniziativa di «Villaggio Globale»

    Ambiente: Guida pratica per le Aziende

    Informazione e assistenza su Acque, Aria, Bonifiche di siti contaminati, Ippc/Aia, Eco-qualità, Emas, Ecolabel, Rifiuti, Suolo e Territorio, Via/Vas, Albo nazionale gestori ambientali

Cultura

Altri articoli

Clima

Altri articoli

Politica&Ambiente

Altri articoli

Attualità

Altri articoli

Energia

Altri articoli

Territorio

Altri articoli

Trimestrale di Ecologia

La carta non canta più

La carta non canta più Tema: "I Materiali"

Anno XVII - N. 65 – Marzo 2014 – ISSN 2039-7208